Solitudine

Guance umide,
voglia di piangere a dirotto,
tetro desiderio di morire.
Come mi sento solo,
quanta tristezza dentro di me!
In silenzio imploro e aspetto
di essere coccolato,
di essere amato.
Però, gli altri si vede
che non hanno il tempo né l’anelito
di amare me.
Forse, sono distratti perché piangono anche loro
aspettando quello che io aspetto?
Solitudine:
Sei dolore, angoscia, domani buio.
………Ma, all’improvviso,
nelle tenebra una luce brilla:
E se amassi io? Già, se amassi io?
Che bello!
Allora si, non sarei più solo
perché starei insieme all’amore da me creato
e in stretta compagnia
dell’umanità, di tutte le cose e della vita amate.

V.D.

Una risposta a Solitudine

  1. Antonino Ampola scrive:

    A mio avviso è una delle più belle poesie che ho ascoltato tanto da averla inserita in uno spettacolo “Tra Musica e Poesia” con poesie e citazioni di ” MADRE TERESA DI CALCUTTA”. Mi scuso se l’interpretazione data possa essere diversa da come tu l’avevi concepita … mi farebbe piacere avere un tuo parere. Anche se a suo tempo ti avevo inviato il file puoi darci un parere sul nostro sito facebook . ” Marsala musica” inserita il 30 luglio 2010. Se posso non appena capita qualche altro spettacolo di eguale natura vorrei inserire qualche altra tua poesia.

Replica al commento si Antonino Ampola Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>